venerdì 27 marzo 2009

Casa delle Aie - Incendio doloso, violenza inaudita


La notizia sconvolgente dell'incendio doloso alla Casa delle Aie è girata ieri velocissima anche in rete.
Il blog si unisce al coro unanime di ferma condanna di un gravissimo gesto criminale. Non c'è altra definizione per quello che è accaduto. Il fatto che siano state rinvenute bomobole di gas all'interno, la dice lunga sulla gravità dell'atto. Poteva andare peggio, molto peggio, ma è solo una triste consolazione. Rimangono i gravi danni, ma rimane soprattutto una profonda ferita per la società civile.
La Casa delle Aie rappresenta un pezzo di storia di tutti.
La speranza è che le indagini delle competenti forze dell'ordine, alle quali va tutta la fiducia e solidarietà, possano chiarire i fatti gravi e inquietanti accaduti e che vengano assicurati alla giustizia i colpevoli, ristabilendo il quadro di regole e di legalità proprie di una società pacifica e civile come quella cervese.

8 commenti:

Alex ha detto...

Condivido. Atto inqualificabile e violento, che ha colpito tutti i cittadini.

Anonimo ha detto...

Poche parole, tanta tristezza. Occorre una reazione civile e positiva tipica dei romagnoli.

Francy ha detto...

Mi unisco. E' veramente un fatto inqualificabile.

Anonimo ha detto...

E' uno sfregio alla città. Solidarietà a chi ha ricevuto i danni materiali.

Cris ha detto...

Inquietante

AleB ha detto...

non ci posso credere...! Noi abitiamo vicino a Firenze e ogni anno facevamo un salto a Cervia per gustare la buonissima cucina romagnola... spero che il gesto vandalico non resti impunito e che presto la trattoria riapra alla faccia di tutti coloro che le vogliono male!

Anonimo ha detto...

io parto apposta da Latina per andare a mangiare. Per caso sapete se ha riaperto?

CerviaParla.it ha detto...

Viene riportato sulla stampa di oggi che la casa delle aie riaprirà il 9 maggio.