martedì 9 dicembre 2008

Alberghi: una risorsa e una sicurezza



Il blog non è d'opposizione, è libero, è dei cittadini. Pone semplicemente delle questioni che sono evidenti. Quando l'amministrazione comunale di Cervia opera bene, non ha problemi a dirlo. Anzi evidenziare fatti positivi è un piacere che vorremo avere sempre più spesso.
Nevio Salimbeni, assessore al turismo e all'urbanistica del Comune di Cervia, evidenzia come l'ambiente sia un aspetto strategico per il turismo locale e come l'amministrazione non abbia dato il permesso di trasformare alberghi in appartamenti. Promette che non verrà dato nemmeno in futuro. Il blog è assolutamente favorevole con questa politica in quanto gli albergatori, specie quelli romagnoli, forniscono al turista un valore aggiunto insostituibile, fatto di servizi, ospitalità e calore umano.

L'altro giorno la conduttrice di una famosa emittente radiofonica privata con sede a Milano, intervistando un giovane albergatore di Bellaria ospite della trasmissione, si raccomandava di non perdere quella connotazione che definiva con il concetto di "sentirsi in famiglia". Appreso che l'imprenditore romagnolo stava ristrutturando l'hotel, si raccomandava ancora più calorosamente di non perdere la caratteristica del "calore romagnolo", vero valore aggiunto non duplicabile, e aggiungeva una frase eloquente, che dovrebbe fare riflettere: "perchè sai quegli hotel tutto design sono carini, ma poi...".

Per dirla in altri termini occorre evitare la banalizzazione dell'offerta, la cancellazione di diversità, quindi l'aumento della fragilità e della dipendenza.

Di più. Agli amici albergatori deve essere riconosciuta una funzione che spesso viene sottovalutata: la sicurezza. Quest'ultimi infatti svolgono indirettamente, educatamente e discretamente, un capillare controllo del territorio. Cosa che non può avvenire nelle migliaia di seconde abitazioni. Per carità è ovvio che la stragrande maggioranza degli occupanti è gente per bene. Però il problema potrebbe nascere se si continua a perseguire una politica di aumento delle seconde abitazioni. Anche le forze dell'ordine, a cui va un sincero ringraziamento per l'efficace opera di controllo del territorio, potrebbero avere delle difficoltà soprattutto proprio nei mesi estivi.

Nota: se il tuo collegamento ADSL lo supporta visualizza i filmati su YouTube in alta qualità.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Condivido!

Anonimo ha detto...

Ma ancora non riesco a vedere un disegno turistico strutturato e strategico ... certo meglio che niente, ma così saremo realmente competitivi?

Nevio ha detto...

il problema è che non c'è uniformità... le idee sono più chiare del passato ma tutti tirano nella stessa direzione?